sostenere il cambiamentoBuoni propositi, buone intenzioni e rituali quasi si sprecano a fine anno. Ma non sempre le novità che abbiamo chiamato nella nostra vita ci arrivano seguendo vie lineari e indolori. Siamo sicuri di essere veramente pronti a vivere in maniera diversa?! Sto per condividere con voi quattro preziosi pilastri che possono sorreggere la trasformazione del bruco in farfalla.

Ascoltatemi bene, vi prego, la mia non è una domanda retorica: siamo pronti a sostenere il cambiamento? È facile desiderare una vita di abbondanza, armonia, amore, gioia… Il fatto è che, quando siamo veramente pronti per cambiare, la vita ci asseconda, imprimendo un’accelerata talmente vorticosa che ci può lasciare senza fiato, senza appigli, senza respiro. L’accelerata è tanto più forte quanto più lunga è la distanza da coprire con il nostro balzo, che a volte può essere un vero e proprio salto quantico durante il quale non è raro smarrirsi.

Mi è appena successo, ho attraversato in pochi giorni paludi insidiose e terre oscure, mondi sconosciuti in modi conosciuti, ma senza sapere se e dove sarei sbucata… A volte ci troviamo a navigare nel mare della vita sprovvisti di quell’equipaggiamento di base che ci consente di proteggerci dalle burrasche, permettendoci al contempo di battezzarci a nuova vita, lavando via il vecchio e aprendoci al nuovo. A volte non sappiamo dove trovare una scialuppa di salvataggio su cui imbarcarci, in attesa che l’arcobaleno si rispecchi nel mare…

Per questo voglio condividere con voi quattro pilastri che mi hanno tenuta a galla in questi giorni. Perché può essere facile progettare e lavorare per cambiare le cose, dentro e intorno a noi; non altrettanto accettare le sfide che il cambiamento richiede. Bisogna farsi trovare preparati!

1) Motivazione

Se abbiamo richiesto un cambiamento, assicuriamoci che ci sia un forte desiderio a spingerci in quella direzione. Potremmo avere bisogno di un faro acceso durante la burrasca.

2) Fiducia

Qualcuno la chiama fede; di fatto è un’apertura al disegno speciale che un’intelligenza superiore ha tracciato per il nostro cammino. La fiducia ci consente di “affidarci” alla corrente, perché sappiamo che ogni piano è stato predisposto per l’evoluzione di ciascuno di noi.

3) Gratitudine

Qualunque sballottamento la nostra nave riceva, qualunque ondata la sommerga, attiviamo il ringraziamento: all’interno del piano divino tutto ha un senso evolutivo, che potremmo non conoscere mai se non a meta raggiunta.

4) Coraggio

Anche se stai navigando nel buio, mantieni la rotta e avanza, nella fiducia che stai tracciando la strada per la tua crescita: il faro è acceso e prima o poi tornerà a guidarti.

Vi saluto con l’augurio di vivere il cambiamento del nuovo anno nella certezza che l’arcobaleno sorgerà ad illuminare di luce e colori la nostra navigazione.

 

“Anno nuovo, vita nuova”: quattro pilastri per sostenere il cambiamento

MI DICI LA TUA? Scrivi il tuo commento qui sotto...

Tag:             

4 pensieri su ““Anno nuovo, vita nuova”: quattro pilastri per sostenere il cambiamento

  • 24 Dicembre 2014 alle 07:52
    Permalink

    …….tutto sta nel fermarsi, riflettere e concentrarci su ciò che vorremmo….perché secondo me volere è potere…..

    Rispondi
    • 24 Dicembre 2014 alle 09:02
      Permalink

      Condivido Marina: volere è potere… L’unico limite è nella nostra mente e proprio per questo bisogna farsi trovare preparati al cambiamento!

      Rispondi
  • 24 Dicembre 2014 alle 07:02
    Permalink

    Quanta verità nelle tue parole, Roberta! E quante volte mi è successo in passato di “chiedere” sulla scia di un pensiero di carenza o frustrazione, senza neppure immaginare com’era pronta ed efficace la vita a propormi ciò che ho chiesto. A volte la richiesta passava addirittura inosservata mentre io continuavo a lamentarmi. “Chiedere” è un’azione potente da intraprendere con coraggio e determinazione. Accendo il faro della motivazione, attivo la fiducia, ringrazio e con coraggio vado avanti. Grazie per avermelo ricordato. Grazie per questo articolo illuminante. Buon Viaggio, Amica mia 🙂

    Rispondi
    • 24 Dicembre 2014 alle 08:58
      Permalink

      Grazie alla Vita Lucia e a chi mi ha guidata in questo cammino. Grazie a te per la tua condivisione e per la luce che rappresenti. Grazie al mio compagno di vite, preziosa e magnifica presenza sempre pronta a sostenermi ed elevarci anche nell’inimmaginabile…

      Rispondi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

16 − due =

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.