facebook sanguisuga disintossicazioneC’è chi va in Facebook con la precisa intenzione di distrarsi, e allora probabilmente non troverà nulla di utile nelle righe che seguono. E c’è chi ci va, spesso inconsapevolmente, in cerca di qualcosa… qualcosa che molto spesso non si trova fra le righe di un post e nemmeno nello scambio di commenti. Cosa ci spinge a rimanere incollati, anche per ore, al display del cellulare o al monitor del pc, con l’attenzione persa nell’inesorabile flusso di notizie che ci scorrono davanti agli occhi?
Qual è il desiderio o la carenza che ci impedisce di decidere di staccarci e dedicarci ad attività più costruttive?

La risposta non può che essere soggettiva, ma c’è una caratteristica comune a tutte le persone (me per prima) che si fanno ipnotizzare dal social network più famoso al mondo: è una sorta di fame, la ricerca di un nutrimento per l’anima che sfugge nella vita reale. E che forse, chissà, speriamo di trovare nei post dei nostri amici piuttosto che nelle notizie delle nostre pagine preferite.

A un livello molto sottile, Facebook tende a diventare la balia della nostra anima… ma funziona? Riesce a svolgere il suo ruolo?!

Beh, la domanda è ironica e retorica: non possiamo affidare a una rete virtuale il nutrimento della nostra anima. Possiamo trovare qualche briciola, certamente, ma il nettare di vita sta, ovviamente, da un’altra parte…

L’aspetto più pericoloso è che in questo modo Facebook diventa la nostra sanguisuga e noi gli cediamo volentieri la nostra energia, inconsapevolmente e a fondo perduto. Esattamente come se fosse una droga che ci consuma ogni giorno un po’ di più.

Tuttavia, se scegliamo di valorizzare il tempo che spendiamo in Facebook, abbiamo diverse possibilità, che ci aiutano a rinforzare la nostra identità e il nostro status energetico.

Il solo fatto di prendere coscienza di questo aspetto potrebbe far scaturire qualche intuizione in noi e, affidandoci a una nuova visione, potremmo scoprire altri modi, creativi ed energizzanti, di stare in Facebook.

È così che ho sperimentato una modalità diversa di vivere il social e ne è nato il Laboratorio “Facebook consapevole – Come usare Facebook per potenziare la tua energia”. Ho chiesto a Lucia Merico SpiritualCoach di affiancarmi nella creazione del Laboratorio perché, oltre al suo prezioso sostegno energetico, trovo che le modalità che ogni giorno mette in campo all’interno di Facebook abbiamo molto da insegnare a ciascuno di noi!


Le iscrizioni al Laboratorio di sabato 3 dicembre sono in promozione lancio fino a venerdì 25 novembre.

 

Come fare quando Facebook diventa una sanguisuga

MI DICI LA TUA? Scrivi il tuo commento qui sotto...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *