In una risposta a un suo discepolo, l’amato maestro spirituale Osho ricordò che, secondo la psicologia, esistono due tipi di personalità: la personalità T, che sta per “tossica”, e la personalità N, cioè in grado di nutrire. Successivamente suggerisce anche alcuni atteggiamenti che ci aiutano ad alimentare la personalità che nutre.

Se è vero che tutta l’attenzione del ricercatore spirituale è focalizzata sull’essenza, è anche vero che l’essere umano necessita di una personalità, che è come una maschera sociale senza la quale si sentirebbe nudo e senza protezioni.

Ecco perché nel mio percorso affianco ricerca spirituale e crescita personale:

man mano che la nostra essenza fiorisce, permea anche gli strati di personalità; nel frattempo sostenere una personalità di tipo N aiuta l’essenza a fiorire!

E’ un bel circolo virtuoso, concordi?

Ora ti affido al flusso di parole e pause che Osho ci ha donato per trasmetterci la differenza fra personalità tossica e personalità che nutre.


La personalità tossica

Una personalità tossica ha uno sguardo che è sempre negativo. La visione totale del mondo della personalità tossica è triste, deprimente. La personalità tossica si nasconde dietro un volto bellissimo: un perfezionista è una personalità tossica.

Non puoi dire che ci sia qualcosa di sbagliato in un perfezionista, tuttavia l’idea di base dell’essere perfezionisti è quella di trovare errori, scorrettezze, punti deboli. È un bel trucco.

In una persona che cerca la perfezione non puoi trovare alcun difetto, ma la perfezione in realtà non è il suo obiettivo; è solo un espediente. Vuole vedere gli errori, i problemi, i punti deboli, tutto ciò che manca, e il modo migliore di farlo è questo: mantenere un obiettivo di perfezione in modo da poter paragonare tutto ciò che si vede con l’ideale e trovare il modo di condannarlo, sempre.

Questa personalità tossica pensa sempre a ciò che non c’è e non vede mai cosa c’è, e naturalmente è sempre scontenta. Una personalità tossica avvelena il proprio essere; e non solo questo, trasuda veleno.

Puoi averla ereditata. Se nell’infanzia hai vissuto con persone che avevano un atteggiamento negativo verso la vita… Questo atteggiamento può nascondersi in parole luminose, negli ideali come il paradiso, dio, la religione, l’anima: le parole usate possono essere bellissime, ma è solo un tentativo… quando parlano dell’altro mondo è solo per condannare questo. Non gli interessa nulla dell’altro mondo, né dei santi, ma per dimostrare che gli altri sono peccatori, parleranno dei santi.

È un atteggiamento morboso. Dicono: ‘Diventa simile a Gesù. Ma Gesù non gli interessa affatto. Se Gesù fosse presente, sarebbero gli ultimi ad andare da lui. Però, per condannarti, usano questo espediente. Non puoi diventare Gesù, quindi diventi una vittima. Continuano a condannarti. Creano valori, morali, atteggiamenti puritani. Loro sono i moralisti, i moralizzatori; sono gli avvelenatori del mondo.

E sono dappertutto. Queste persone tendono a diventare insegnanti, educatori, professori, rettori, santi, vescovi, papi; vogliono diventare tutte queste cose perché allora sono nella posizione di poter condannare. Sono pronti a sacrificare tutto se possono avere la gioia di condannare gli altri. Sono dappertutto, e si nascondono in tanti modi. Tutto quello che fanno, lo fanno per il tuo bene, quindi contro di loro non hai alcuna difesa. La loro eredità è reale, è enorme. Hanno dominato tutto il corso della storia.

Queste persone diventano immediatamente dominatori. La loro stessa ideologia li aiuta a dominare, perché li porta a condannare tutto. E queste persone parlano in termini razionali. Il razionalismo fa anch’esso parte della personalità T. Sono persone a cui piace molto discutere… è difficile sconfiggerli in una discussione. Non sono mai ragionevoli, ma sono sempre razionali.


Persone ragionevoli e persone razionali

La distinzione tra un uomo ragionevole e un uomo razionale va compresa. Una persona ragionevole non è mai solo razionale, perché sa per esperienza che la vita contiene entrambe le cose, il razionale e l’irrazionale; la vita contiene entrambe le cose, la ragione e il sentimento, la mente e il cuore.

Un uomo ragionevole è ragionevole. Un uomo razionale non è mai ragionevole. Impone la sua logica alla vita, ma la logica è perfetta, e la vita non può mai esserlo. Quest’uomo aspira sempre a un ideale, e cerca di imporre alla vita di seguirlo. Non considera mai la vita, quale sia la sua realtà. I suoi ideali sono contrari alla vita.


La personalità che nutre

La seconda personalità, la personalità N, la personalità che nutre, è completamente diversa. Non ha in realtà alcun ideale. Osserva la vita e poi è la realtà stessa che sceglie il suo ideale. È molto ragionevole. Non è perfezionista; è totale ma non perfezionista. E guarda sempre il lato buono della vita.

La personalità N è sempre piena di speranza, radiosa, avventurosa, fiduciosa, e non condanna nessuno. Sono le persone che diventano poeti, pittori, musicisti.

Se una persona di tipo N diventa un santo, allora sarà un vero santo. Se una persona di tipo T diventa un santo, sarà un santo falso, uno pseudo santo. Se una persona di tipo N diventa padre, quello sarà un vero padre. Se una persona di tipo N diventa madre, quella sarà maternità vera. Un tipo T è un falso padre, una falsa madre. È solo un trucco per sfruttare il bambino, per torturarlo, dominarlo, possederlo e schiacciarlo. Per sentirsi potenti schiacciano il bambino. Il tipo T è in maggioranza, quindi puoi aver ragione quando dici che ti porti dietro un’eredità che appartiene a tutti. Ma quando diventi consapevole, il problema non è più così grande. Puoi passare dalla T alla N con grande facilità.


“Sii realista, ascolta il tuo essere”

Alcune cose da ricordare. Se ti senti pigro, non chiamarla pigrizia. Ascolta la tua natura; magari è proprio quello che va bene per te. Questo è ciò che chiamo un uomo ragionevole. Che puoi farci? Se ti arriva la pigrizia, allora è proprio ciò che devi fare. Chi sei tu per opporti? E come puoi vincere contro di essa? Persino nel combatterla sarai pigro. Chi vincerà? Sarai sconfitto in continuazione, e ti sentirai infelice senza alcuna necessità.

Sii realista, ascolta il tuo essere. Ognuno ha il suo ritmo. Alcune persone sono molto attive; a loro piace correre. Non c’è nulla di sbagliato. Se le fa sentir bene, per loro va bene così.

E non creare ideali, non pensare di dover fare qualcosa, non avere alcun “dovrei”. Il “dovrei” crea una specie di nevrosi. Allora diventa un’ossessione. I “dovrei” sono sempre presenti, sempre pronti a condannarti, e tu non puoi goderti nulla. Goditela! Distruggi i “dovrei” completamente, e rimani qui e ora. Qualsiasi cosa fai, fai; tutto ciò che non puoi fare, accettalo. È così che sei, e sei qui per essere te stesso, e nessun altro. A poco a poco vedrai che la T si sta trasformando in N. Diventerai capace di nutrire e godrai di più, amerai di più, e diventerai più meditativo.

In realtà per una persona pigra diventare meditativa è più facile che per una persona attiva. Ecco perché tutto l’Oriente è diventato pigro – ha meditato troppo. La meditazione è una specie di passività. Una persona attiva è molto inquieta. Sedersi in silenzio è la cosa più difficile. Non fare nulla è la cosa più difficile per una persona attiva.

Goditi di più la vita e agisci in un modo che si adatta al tuo essere – niente dovrei, niente ideali – altrimenti ne verrai avvelenato. Guarda alla vita con grande speranza. È veramente bella. Osservala e non aspettarti la perfezione. Non pensare in termini di goderti le cose solo quando sono perfette; così non potrai mai essere felice.

Se una persona di tipo T incontra dio, troverà immediatamente in lui dei difetti. Ecco perché dio si nasconde… a causa del tipo T di persone. Si mostra al tipo N, mai al tipo T. Si rivela solo a coloro che possono ricevere nutrimento da lui – e non solo, possono persino nutrirlo.

Quindi rilassati, godi, accetta, e i problemi scompariranno.

Osho, “The Passion For the Impossible” (titolo non più disponibile su richiesta di Osho)


Se hai desiderio di approfondire la relazione fra personalità ed essenza, ho creato un seminario residenziale per esplorare insieme questi due mondi che viaggiano in parallelo, intrecciandosi continuamente: “Dalle maschere all’essenza”, che si svolgerà in una malga nella montagna di Ala (Tn) dal 13 al 15 settembre 2019.

La personalità tossica e la personalità che nutre

MI DICI LA TUA? Scrivi il tuo commento qui sotto...

Tag:                 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *