Come agire con le paure mascherate

Ci sono alcune situazioni in cui la paura la fa da padrone, ma si camuffa dietro maschere che, per noi o per gli altri, sembrano più accettabili. Hai presente di cosa parlo?

Facciamo un esempio! Ti affidi a qualcuno più esperto di te, lo incarichi di un compito, ma poi…
“Che cosa stai facendo? Io preferirei fare in quest’altro modo… Questa soluzione non mi convince, secondo me si deve agire diversamente…” e via contestando.

Hai mai agito così? O forse qualcuno si è comportato così con te… e anche qui ti parlo per esperienza diretta! 😉

Bene, è arrivato il momento di scoprire che cosa si nasconde dietro a quella facciata di insicurezze e manie di controllo!
Intanto, ti sei fatto un’idea della ragione che spinge le persone a comportarsi così?

Cosa si nasconde dietro alle giustificazioni?

La risposta è tutta racchiusa nei confini di una parola: paura!

Ancora una volta, la paura che manipola i nostri pensieri e le nostre azioni, mentre noi la imbellettiamo con il fard dell’efficienza e con il mascara della lungimiranza, camuffando la realtà dietro a una serie di giustificazioni:
Se non verifico, mi possono fregare. Se non intervengo, le cose non vanno avanti come voglio. Se non ci metto lo zampino, il progetto non può funzionare”.
Ma non c’è scusa che tenga: dietro le maschere, c’è la paura!

Paura del tradimento, del giudizio degli altri, dell’abbandono, di subire ingiustizie o di essere umiliati. Se vuoi approfondire questo argomento, puoi leggere il libro “Le 5 ferite e come guarirle”, di Lise Bourbeau.

Siamo liberi di scegliere!

Perché te ne sto parlando? Per ricordarti che, anche in questo caso, hai libertà di scelta! Infatti:

  1. se ti accorgi di avere paura, puoi chiederti: Come posso fare per sentirmi rassicurato in questa situazione?”. Questa domanda ti guiderà a trovare una soluzione reale e non fittizia alla tua questione.
  2. Quando invece ricevi dagli altri atteggiamenti simili, puoi scegliere di rimanere in superficie, e giudicarli per i loro modi fuori luogo, oppure guardare più in profondità, e magari accorgerti che anche loro, come te, hanno paura!

Bene, ora che ti sei fatto/a un’idea più concreta, potresti chiederti anche tu, così come molte altre persone che mi hanno già fatto questa domanda: “Allora devo mettermi a 90° quando qualcuno abusa del suo potere su di me?”.

Ecco, non è di certo la soluzione a cui ti sto invitando! Rispetto al “porgi l’altra guancia” ti condivido una visione, che mi è stata ispirata anche dagli insegnamenti che mi accompagnano e mi sostengono nel mio percorso di ricerca spirituale e crescita personale.

La mia visione del “porgi l’altra guancia”

Quando qualcuno approfitta della mia disponibilità, generalmente scelgo di guardare nella sua profondità e rendermi consapevole delle sue paure. In questa attitudine, mi è molto più facile comprendere e anche perdonare. Del resto il perdono è un atto di riconciliazione prima di tutto con se stessi e in questo senso è un atto “egoistico”.

“E poi?” ti chiederai…
E poi concedo all’altro una seconda possibilità, spesso anche una terza e una quarta, finché non mi rendo conto che è necessario stabilire un limite per arginare certe fuoriuscite inopportune… 😉 Avviso l’altra persona che il vaso è quasi pieno e, se qualcosa non cambia, quando trabocca decido di tagliare il rapporto!
Ti confesso che non so se sia la soluzione corretta, ma è l’unica che trovo corretta per me, nel rispetto dei miei valori, del mio sentire e… anche dell’altra persona!
E aggiungo che, pur rinunciando al rapporto, il mio intento è quello di mantenere un ricordo amorevole di quella persona, affinché il mio passato e la sua energia rimangano puliti dai rivoli schiumosi della rabbia.

Qual è il tuo modo per affrontare le paure mascherate degli altri? Raccontamelo nei commenti, sarò felice di conoscere la tua visione!

Come agire con le paure mascherate

MI DICI LA TUA? Scrivi il tuo commento qui sotto...

Tag:             

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *